ISOLAMENTO DEL TETTO

Parlando di isolamento termico spesso si pensa sopratutto all’isolamento dal freddo. Nel caso del tetto il ragionamento è sbagliato perchè ,  è la protezione dal caldo ad avere il ruolo in primo piano , per impedire il surriscaldamento degli ambienti situati sotto il tetto , che siano abitati o no.

E’ opinione diffusa e ampiamente provata, che il miglior risultato generale nella coibentazione del tetto, si ottiene utilizzando pannelli in Fibra di Legno di elevato spessore e densità media.  Le prestazioni di isolamento termico dal caldo estivo sono garantite dalla capacità di accumulo termico ( 2100 J/kgK), quelle dal freddo invernale sono garantite dalla buona conducibilità termica  ( 0,037 W/mK). Stessa prestazione la possiamo ottenere anche con il pannello sughero naturale biondo che vanta la stessa capacità di accumulo termico ( 2100 J/kgK ).

Le prestazioni sono costanti e durature nel tempo, inoltre il pannello contribuisce a mantenere equilibrata la regolazione igrometrica della struttura, sia questa in legno oppure in latero-cemento.

Sulle perline è preferibile stendere un telo con funzione di “leggero” freno al vapore, sul quale posare  il pannello; tutto il pacchetto isolante sarà poi protetto da un telo idrorepellente e traspirante ben sigillato nelle sovrapposizioni, nei giunti e nei risvolti. Oggi si trovano con la tecnologia ad Sd variabile.

Canapa o altre fibre naturali sono di poco inferiori alle prestazioni globali della Fibra di Legno e del Sughero comunque per tutti, valgono sempre le regola di posa, stabilite da ogni rispettivo produttore.


Richiedi un preventivo