SOTTOPARQUET

Fibra di Legno in pannello ad alta densità e spessore unico,  con un sistema  di posa a secco che rende il sistema rimovibile senza demolizione. Straordinaria percezione dell’isolamento acustico al camminamento. Ottimo regolatore termo-igrometrico.  Questo sistema consente di posizionare il parquet, anche sopra ad una superficie esistente, senza opere di demolizione o incollaggio, purchè questa si presenti pulita e sgrassata, priva di polvere ed asperità. Sia sui piani intermedi che sul piano piloty, è consiglabile stendere un telo protettivo ad Sd variabile sul quale poi si andrà a porre tutto il sistema.  Nel caso si debbano scegliere le tavolette del parquet con dimensioni ridotte, è possibile formare un piano di appoggio con un foglio di osb o similare, sul quale poi verrà realizzato il pavimento. Questo sistema di supporto per la pavimentazione in legno, è stato pensato per non usare colle, ma solo per parquet flottanti oppure inchiodati.  Qualora un rivestimento ceramico, richiedesse l’uso di questo sistema per la sua performance, è possibile fissare con viti in direzione dei listelli, delle lastre di Fermacell e poi applicare la ceramica secondo le istruzioni del produttore di Fermacell.

* Fornitura su ordinazione

CAPPOTTO ESTERNO – sughero

Sughero con pannello monostrato di vario spessore a media densità. L’applicazione avviene con malta adesiva specifica e successivo fissaggio meccanico con opportuni  tasselli, scelti in funzione dello spessore del pannello e della tipologia di muratura.  Tra il pannello e la muratura sottostante è sempre consigliabile uno strato sottile di intonaco, rigorosamente a calce  naturale, al fine di svolgere una performante  funzione fisico-chimica, oltre che offrire al pannello un perfetto piano di appoggio.

*  Sulle murature vecchie  in laterizio pieno o miste, è opportuno intervenire con il risanamento ad eliminazione dei sali e un normale strato di intonaco a calce naturale.La finitura di protezione deve prevedere almeno tre strati, oltre la tinteggiatura.   Con il pannello in sughero naturale biondo, stratificando è possibile raggiungere lo spessore di mm.10, per ottenere prestazioni simili a quelle dell’intonaco. Per una buona protezione idrorepellente di tutto il sistema è consigliabile evitare di applicare protettivi liquidi, che sono causa di un rapido degrado e preferire invece, una stratificazione con curva granulometrica decrescente dall’interno verso l’esterno. Nelle zone particolarmente ventilate e pareti esposte a Nord, è possibile intervenire con la “battitura” dell’ultimo strato.

* Nel scegliere una pittura per il tinteggio, sono da preferire quelle ai Silicati, oppure a Calce.

* Fornitura,  su ordinazione.

* Fornitura e posa,  a contratto.

Tetto

E’ opinione diffusa e ampiamentre provata, che il miglior risultato generale nella coibentazione del tetto, si ottiene utilizzando pannelli in Fibra di Legno di elevato spessore e densità medio-alta.  Le prestazioni di isolamento termico caldo-freddo sono costanti e durature nel tempo, inoltre il pannello contribuisce a mantenere equilibrata la regolazione igrometrica della struttura, sia questa in legno oppure in latero-cemento. L’ impiego della fibra di legno, non ha nessuna indicazione restrittiva per ciò che riguarda lo smaltimento dei rifiuti e registra un buon comportamento al fuoco,  agli insetti e ai roditori. Sulle perline è preferibile stendere un telo con funzione di “leggero” freno al vapore, sul quale posare  il pannello; tutto il pacchetto isolante sarà poi protetto da un telo idrorepellente e traspirante ben sigillato nelle sovrapposizioni, nei giunti e nei risvolti. Oggi sono consigliati teli con tecnologia ad Sd variabile.

Sughero, Canapa o altre fibre naturali sono di poco inferiori alle prestazioni globali della Fibra di Legno e comunque per tutti, valgono sempre le regola di posa, stabilite da ogni rispettivo produttore.

Fornitura su ordinazione.

DECORATIVI

Per decorativi intendiamo quei prodotti con cui si ottengono effetti di colore e di fantasia sulle finiture. Prevalentemente è sempre stato lo stucco e i suoi affini a fare la parte del leone.  Oggi invece con l’applicazione di nuove tecnologie, è possibile ottenere effetti decorativi anche con prodotti innovativi come la cera all’uovo, oppure la velatura in polvere.  Grande esempi decorativi sono le facciate dei palazzi storici,  finite a marmorino,  cocciopesto, ecc.ecc…  Negli interni delle nostre moderne abitazioni, l’uso di prodotti decorativi,  può  trovare collocazione ad esempio nei bagni, sostituendo la ceramica con intonaci a tutta parete, finiti poi a stucco opaco, oppure con lavorazione lamata dei tonachini in grassello di calce e arricchiti da tonalità di colore, ottenute  con terre o pigmenti vegetali.

Fornitura su ordinazione.

PITTURA

Ricavata dalla lavorazione del grassello di calce,  la pittura naturale è disponibile in alcune formulazioni differenziate per caratteristiche tecniche e per l’aspetto estetico identificabile come ruvido oppure liscio.  Nel concetto di materia- applicazione- colore, viene sempre considerato  lo specifico per ogni ambientazione, sia per applicatori principianti che per addetti ai lavori.

*  Con questa tipologia di prodotto è possibile affrontare con successo il diffondersi delle patologie di intolleranza da odori e altro,  molto diffuse oggi  sia nell’ambiente domestico che lavorativo, per cui la formulazione di un ciclo inorganico è alla base di questa filosofia del tinteggio.

*  Schede tecniche e di sicurezza sono a disposizione per una chiara lettura del prodotto, inoltre, ogni secchio presenta scritta la dichiarazione del contenuto in ogni sua singolo componente.

*  Fornitura : Su ordinazione.

*  Fornitura con posa : A contratto.

Natural Eco Store